Bartleby – Concorso Letterario di GOG

Segnalo questo concorso letterario (gratuito) di GOG edizioni. I propositi mi sembrano più che nobili. Dal loro sito: Perché Bartleby? Bartleby come lo scrivano dell’omonimo romanzo di Herman Melville, perché Bartleby è il simbolo della rinuncia, ma più precisamente dell’abbandono della letteratura. Può sembrare un paradosso dedicare un concorso letterario a questo personaggio, ma è … Continua a leggere Bartleby – Concorso Letterario di GOG

Annunci

Argomento mensile: Io odio internet

«Internet era un’invenzione meravigliosa. Era una rete informatica che gli esseri umani usavano per ricordare ai loro simili che erano degli schifosi pezzi di merda». L'appuntamento mensile con la scrittura del Circolo16 riparte!!! Per l'occasione ho scelto un argomento che mi sta particolarmente a cuore ovvero il rapporto ambiguo che viviamo oggi con l'Internet. Alla … Continua a leggere Argomento mensile: Io odio internet

Critica al linguaggio italiano degli scrittori

Viviamo un'epoca di novità letterarie monotone e la confusione continua. Leggo con piacere questo lungo articolo apparso qualche giorno fa sulle fasi di selezione delle opere presentante al Campiello. Dettagliato e molto critico, Lorenzo Tomasin fa un'analisi coscenziosa di quanto avviene nel processo di scrittura dei nostri giorni, in particolare scagliandosi contro linguaggi che risultano … Continua a leggere Critica al linguaggio italiano degli scrittori

Un nuovo genere letterario italiano è possibile?

Da qualche tempo seguo su Facebook alcuni autori ed editori che ritengo interessanti per le loro idee o il loro modo di scrivere. Tra loro Giulio Milani, scrittore, writer per Laterza, editore con la sua Transeuropa, e attività che me l'ha fatto conoscere sul web: talent scout. La prima volta che ho sentito parlare di … Continua a leggere Un nuovo genere letterario italiano è possibile?

Il libro come bene di necessità

Una riflessione da domenica sera... Scritta però di settimana! In Italia soltanto il 40% della popolazione ha letto almeno un libro nel 2016. La fonte è l'AIE che in questo articolo spiega quanto succede nel mondo dell'editoria nazionale. Un mercato in ripresa, con segno più (1%), giustificato non dall'aumento della gente che legge bensi dall'aumento … Continua a leggere Il libro come bene di necessità