Laminaccia, per rivista Settepagine [mensile]

Si ricomincia a scrivere e stavolta ho selezionato la Call di Settepagine (pagina facebook), rivista letteraria di Settepiani.

La missione: scrivere un racconto (massimo 10000 battute) oppure una poesia (massimo 7) con tema LA MINACCIA, che sarà il tema del secondo numero di prossima pubblicazione.

La scadenza: 1 marzo per presentare i testi alla redazione della rivista, a questa mail: settepagine@settepiani.com.

La scadenza per pubblicare su Circolo16: 20 febbraio! Si raccomanda di pubblicare usando la password così da mantenere inediti i testi (usare pass: minaccia16). Il motivo per partecipare è semplice: ci si confronta prima sulla qualità del materiale, si corregge, si migliora e magari si va in pubblicazione come già accaduto con i racconti per Un Natale Horror 2018 (il post qui).

Di seguito il testo del bando:

chi e cosa

Le pagine di settepagine non sono 7. Il numero zero (aprile 2018) ne ha 48, che sono quasi 49, quindi quasi 7×7. Con i quasi non si fa la storia, ma con settepagine si fanno storie. Facciamo storie, bizze, scene, ruzze e smanie e per farlo cerchiamo:

racconti (inediti, max 10000 battute) | poesie (inedite, max 7) | illustrazioni.

Dietro settepagine c’è lo studio editoriale settepiani e la sua redazione, capitanata da Costanza Lindi e Elena Zuccaccia.

Elena ama la poesia di Ivano Ferrari, Antonio Moresco, Achille Campanile, Cărtărescu, Borges, J. R. Wilcock, il cinema di Bergman, Tarkovskij, Tsukamoto, le margheritine di Věra Chytilová, gli horror b-movies, Piero Ciampi, Nick Cave, l’acqua fredda, David Lynch, Buster Keaton, i gatti, il guitalele, la gente che cade, la punteggiatura, la mancanza di punteggiatura, i Monty Python, copiare i versi degli animali e delle cose, il vino rosso, i carciofi.

Costanza ama Giorgio Manganelli, Paola Febbraro, Silvia Bre, Virginia Woolf, Pavese, Sanguineti, Alberto Casiraghy, i collage analogici, la grafica, Groucho Marx, gli occhiali da vista, Linus Van Pelt, Edith Piaf, Marion Cotillard, Charlie Chaplin, le piante grasse del suo terrazzino, i pop-up, i caratteri mobili, l’incipit di Moby Dick, scrocchiarsi le dita, le scatole di latta, il vino bianco, le patate, il limone ma solo il sapore.

Sopra a tutti ci piace Dino Buzzati, ma ancora di più quel che non conosciamo.

Il tema del numero 2 sarà #LAMINACCIA

La call resterà aperta fino al 1 marzo 2019.

Per inviare il materiale (file word .doc o .docx; nominato con cognome dell’autore; cognome e indirizzo mail dell’autore anche all’interno del file) o chiedere altre info: settepagine@settepiani.com

Gli autori dei testi e delle illustrazioni apparsi in settepagine rimangono titolari dei diritti ad essi connessi.

PARTECIPATE IN TANTI E REBLOGATE O CONDIVIDETE, VI BASTA UN CLICK.

Annunci

3 pensieri riguardo “Laminaccia, per rivista Settepagine [mensile]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...