NON SONO UN POETA

Dipende da come ci si sente! Capita che si entri in sintonia con certe musicalità poetiche dimenticate, del tempo della scuola, quando la mia bravissima insegnante di Lettere riusciva a renderci familiare una poesia lontana anni luce dai pensieri dei giovani. Ecco stasera mi vengono in testa versi del crepuscolarismo, lamentevoli, melensi… ma s’intonano benissimo al cuore e allora provo a rendere merito a un grande poeta: Sergio Corazzini

 

 

NON SONO UN POETA

(ricordando Corazzini)

 

Se io fossi un poeta

(secondo te)

me ne starei a frignare sulla vita che finisce,

malinconicamente tra i giorni,

a stringere i denti e bestemmiare agli anni

che passano,

rotolano

giù per la china del tempo

e non riuscire a stargli dietro?

Se davvero sapessi sulle parole

costruire metriche prodigiose,

dimodocchè

a scorrerci sopra tu che leggi

ti si smuove il pianto (o il riso, non cambia)

e raccontassi di un fiore anonimo (che so:

un ciclamino di bosco)

l’avventurosa,

miracolosa,

dolcissima esistenza

e l’anonimo ciclamino

divenire una star della poesia del duemila,

ecco, allora potresti  dirmi poeta.

Ma non sono poeta (credimi)

Perché continui a chiamarmi poeta?

“Io non sono che un piccolo fanciullo che piange”.

Annunci

Un pensiero riguardo “NON SONO UN POETA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...