Nuova Call di Narrandom

Direttamente dal sito di Narrandom con scadenza 1 maggio: Circa una volta al mese, diamo la possibilità a chiunque sia un appassionato di scrittura di inviarci i suoi testi. Il metodo è semplice: lanciamo una call, di volta in volta scegliamo due o tre parole, che diventeranno il fulcro delle vostre narrazioni. Narrandom è proprio … Continua a leggere Nuova Call di Narrandom

Annunci

ambiente famigliare

Uno. A casa, un qualsiasi giorno prima di andare scuola Si sente aprirsi la porta d'ingresso, di sotto. E' suo padre, di rientro dal giro in bicicletta. E' uscito anche questa mattina nonostante la pioggia. Anita ha ancora un pò di tempo. Sua madre sta preparando la colazione. Latte caldo e torta fatta in casa, … Continua a leggere ambiente famigliare

il colloquio

Siedono l'uno di fronte all’altro, ai lati della scrivania. Sulla bocca dell’esaminando c’è un rivolo di saliva. L’esaminatore si sporge verso di lui. Non è saliva, è un filo. Lo prende con delicatezza, comincia a tirarlo. Il filo esce lentamente, lungo e sottile. Si ammucchia sulla scrivania. L’esaminando pensa di aver risposto bene... L’intervistatore gli sfiora … Continua a leggere il colloquio

Laminaccia, per rivista Settepagine [mensile]

Si ricomincia a scrivere e stavolta ho selezionato la Call di Settepagine (pagina facebook), rivista letteraria di Settepiani. La missione: scrivere un racconto (massimo 10000 battute) oppure una poesia (massimo 7) con tema LA MINACCIA, che sarà il tema del secondo numero di prossima pubblicazione. La scadenza: 1 marzo per presentare i testi alla redazione … Continua a leggere Laminaccia, per rivista Settepagine [mensile]

Bartleby – Concorso Letterario di GOG

Segnalo questo concorso letterario (gratuito) di GOG edizioni. I propositi mi sembrano più che nobili. Dal loro sito: Perché Bartleby? Bartleby come lo scrivano dell’omonimo romanzo di Herman Melville, perché Bartleby è il simbolo della rinuncia, ma più precisamente dell’abbandono della letteratura. Può sembrare un paradosso dedicare un concorso letterario a questo personaggio, ma è … Continua a leggere Bartleby – Concorso Letterario di GOG

Un Natale Horror 2018 – applausi per il Circolo16

A Natale siamo tutti più buoni! Sbagliato, possiamo essere anche molto (ma molto) cattivi. Chiudiamo quest'anno con una bella notizia: Sono felice che il mio racconto Cotechino sia piaciuto alla selezione del concorso UN NATALE HORROR 2018 e che sia stato pubblicato nell'antologia insieme a Ghost Writer di Gianluca. Un applauso a noi, mio caro … Continua a leggere Un Natale Horror 2018 – applausi per il Circolo16

MA QUESTA VITA

MA QUESTA VITA Figli, ma ditemi, questa vita che si sveglia ogni mattina un giorno nuovo di alberi, caduche foglie, ora che inverno ghiaccia i rivoli d’Aspromonte, la brina la notte sulla recinzione, ditemi, questa di uccelli di passo, l’andare e il tornare e il comparire alle finestre chiuse e l’odore che ristagna alle pareti … Continua a leggere MA QUESTA VITA

EPIGRAFE brumosa e scura come certe giornate

EPIGRAFE Quali saranno gli  ultimi versi che mi ricorderanno infantile, perduto ai sogni poeta, mia poesia, mia compagna? Forse “non sono stato un buono, un uomo, questo sì” o altri d’un tempo dimenticato, mia fedele poesia: “Il seme sotto la neve ghiaccia in letargo un lungo inverno” sfacciatamente copiando Calogero e Quasimodo? Verranno, dimmi, verranno … Continua a leggere EPIGRAFE brumosa e scura come certe giornate

AUTUNNO

(nella foto mia: Palmi, Panoramica dello Stretto dal Belvedere Motta)   AUTUNNO   Vengono questi mattini senza quel rosso a levante che il tempo buono annuncia e il sereno. Sembra che tuoni ma è il rombo del vento e i rami d’ulivo penduli per l’annata no pare l’accolgano stupefatti. Son giorni che il cuore zittisce … Continua a leggere AUTUNNO

NON SONO UN POETA

Dipende da come ci si sente! Capita che si entri in sintonia con certe musicalità poetiche dimenticate, del tempo della scuola, quando la mia bravissima insegnante di Lettere riusciva a renderci familiare una poesia lontana anni luce dai pensieri dei giovani. Ecco stasera mi vengono in testa versi del crepuscolarismo, lamentevoli, melensi... ma s'intonano benissimo … Continua a leggere NON SONO UN POETA

L’ISPIRAZIONE

L’ISPIRAZIONE (Dedicata a Dina di Emozioni)   Navigando per siti e dolori, attento al tempo cangiante, alle altalene stagioni, ragionando sul chi sono, che ci faccio qui, evanescenti illusioni cercando (lo vedi, Dina, provo a spiegarti come so!), ho smarrito il filone, la vena cava che irrora la mente di versi sempre nuovi (tu la … Continua a leggere L’ISPIRAZIONE

Argomento Mensile: Un Natale Horror 2018

Nuovo argomento mensile ed essendo in vista il famigerato Natale prendo spunto dal contest lanciato sul sito di LETTERATURA HORROR, che propone la 7^ edizione dedicata alla narrativa dell'orrore e alle illustrazioni a tema. La mia idea è di creare un concorso nel concorso: scrivere i nostri racconti qui, studiarli e migliorarli per poi presentarli … Continua a leggere Argomento Mensile: Un Natale Horror 2018

UN ALTRO INVERNO

Si alternano i tempi e le stagioni. E' un po come la vita e l'inverno è l'ultima!     UN ALTRO INVERNO Coglie di sorpresa l’inverno con la pioggia di grecale sapida di castagne e ceppi al camino. Tornammo ricordi quell’inverno alla Guardiola dei Rupe a spiare dabbasso i tonni a caccia di mangianza. E’ … Continua a leggere UN ALTRO INVERNO

L’Assurda Leggenda della Nave Respinta

Una cartolina sgualcita e ingiallita dal tempo di una nave e migranti, risalente agli inizi di chissà quale delle tante epoche. Italiani, albanesi, africani. Chi può dire di che razza fossero, dall'alto erano soltanto tante persone ammassate a ridosso del mare. Ci sono diverse leggende che narrano di una nave che vaga all'infinito nel Mar … Continua a leggere L’Assurda Leggenda della Nave Respinta

VIAGGIATORI CLANDESTINI

VIAGGIATORI CLANDESTINI Andiamo, di paese in paese, clandestini da una vita, abbiamo occhi ricolmi di cime di monti, Dolomiti d’Ampezzo dai canaloni innevati. Attraversiamo strade e fiumi, canali naviganti giù fino a Venezia dove s’apre il mare che guarda le coste slovene. Siamo stati per anni viaggiatori abusivi, migranti d’amore senza cittadinanza senza patria e … Continua a leggere VIAGGIATORI CLANDESTINI